GLITCH – Figli di un dio confuso

di GIULIA SOI

Mercoledì 12 giugno h. 18:30

Libreria Notebook, Auditorium Parco della Musica
Viale Pietro De Coubertin, 30 - Roma

Un batterista bello, dannato e a tratti indemoniato
Un campione di basket alquanto confuso
Una giornalista in piena crisi di identità
E una volta erano giovani, insieme
Un triangolo isoscele con tentazioni al quadrilatero...

UN ADULT YOUNG PER TRENTENNI IN FASE NOSTALGICA 

Un amore a tre, un'adolescenza mai finita, la difficoltà di una generazione instabile "figlia di un Dio confuso" alle prese con un mondo ancor più incerto, mutevole e derisore: dopo il Salone del Libro di Torino, il 12 giugno all'Auditorium Parco della Musica di Roma, presso la libreria Notebook, Giulia Soi presenta il suo secondo romanzo "GLITCH – Figli di un dio confuso" (Edizioni della Goccia), in compagnia di Fabrizio Patriarca, scrittore ed editor di Glitch, gli attori Fabio Morici, Barbara Porta, Gregorio Valenti, Carlo Soi alla chitarra, Pier Paolo Mocci, direttore di Map Magazine. Modera l'evento: Ugo Francica Nava (giornalista, La7).

Un pomeriggio di musica, letture e interventi artistici che vedranno la presentazione di un romanzo generazionale, in grado di tracciare con attenzione, ironia, intelligenza e, a volte, spietatezza quell'incertezza affettiva che caratterizza la classe 75-80 in continua lotta interiore con un'adolescenza mai finita. 

Glitch è la storia di un’adolescenza ostinata, che vuole resistere a tutti i costi all’ingresso nell’età adulta: l’amore, il sesso, le passioni di una vita, tuffati nel marasma della celebrità, dei sogni mancati per un pelo e di quelli, sfortunatamente, realizzati troppo presto. 

Maia è una giornalista in carriera che ha sempre provato un’attrazione irresistibile per Sebastian, batterista dei Burning Flame, ma ha sposato Alex, suo migliore amico e stella del basket italiano. L'intricata relazione fra i tre è nata sui banchi di scuola a Pesaro, all’inizio degli anni novanta; tuttavia dopo quasi vent’anni per Maia, ormai divorziata e in piena crisi d’identità, quel legame particolare rimane l’equazione irrisolta della sua vita.  Cosa è andato storto? Cosa ha causato questo irrimediabile disastro sentimentale? Che parte ha giocato la musica in tutto questo? E il sesso? Sono molte le domande a cui Maia dovrà rispondere, perché dopo tanti anni la resa dei conti è dietro l’angolo. 

Come in un congegno a orologeria: presente e passato sembrano rincorrersi e ricostituirsi attraverso le esperienze dei tre protagonisti, tra musica, basket e tanto alcol, in una specie di inno alle “conseguenze” – quelle attese, quelle inaspettate. Su tutto aleggia lo spettro della nostalgia, i giorni consumati e perduti. Un presente incapace di rimuovere e “mosso” solo dall’arte, dalla tenacia, dalla feroce analisi di ciò che proprio non si riesce ad abbandonare. 

L’appuntamento del 12 giugno presso la Libreria Notebook sarà anche occasione per festeggiare il primo compleanno di Map Magazine, diretto da Pier Paolo Mocci e media partner dell’evento.

GIULIA SOI, classe 1979, è nata e vive a Roma, dove si è laureata prima in Scienze della Comunicazione e poi in Geografia. Conosce sei lingue, quattro vive e due morte. Negli ultimi quindici anni ha partecipato alla scrittura di numerosi programmi televisivi, tra cui Prima dell’alba, Emozioni e Sconosciuti.

Giornalista pubblicista, dal 2018 scrive per la redazione romana di Map Magazine. È curatrice di Giulia sotto la metro, pagina Facebook sul trasporto capitolino, e su Youtube conduce #siamoserie, rubrica sulle migliori serie televisive. Ama i viaggi, è ginnasta e voce solista della rock band "Number Station 6".

Nel 2002 ha pubblicato il suo primo romanzo, A.R.I.E.L. (Michele Di Salvo Editore) e nel 2019 la Guida metropolitana dei ristoranti asiatici di Roma, in collaborazione con Giampaolo Trombetti.

Ufficio Stampa HF4

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

“Blues Pills e altre storie”, in libreria il nuovo libro di Lorenz Zadro e Antonio Boschi
 


Lorenz Zadro e Antonio Boschi sono usciti allo scoperto pubblicando un nuovo volume dedicato al Blues, grazie alla casa editrice Arcana, da sempre dedita a dare spazio alla grande musica.

Il volume è un condensato per arrivare ad un pubblico nuovo, soprattutto giovane, da affascinare con storie legate a quello che non è solo un genere musicale, ma una cultura dalla quale è nata tutta la musica moderna.

Zadro e Boschi, nella stesura, si sono avvalsi del prezioso lavoro dell’artista Alexandra Balint, che con le sue particolarissime incisioni su plexiglass ha creato immagini che gravitano tra l’antica arte dell’incisione e la modernità e freschezza di una giovane ragazza che ha scoperto il mondo del blues.

“Blues Pills e altre storie” è indirizzato a chi vuole imparare a conoscere il blues, dando degli stimoli e dei consigli ben precisi per intraprendere un nuovo percorso fatto di ascolti e letture. Il blues dalle origini, laggiù nel profondo delta del Mississippi fino ai giorni d’oggi, con uno spaccato delle realtà italiane, delle leggende e del vivere il blues a 360 gradi, ovvero quello che da sempre l’ambiente di lavoro dei due autori, affascinati da questa cultura che, pur avendo radici in America, è radicata in tutto il mondo.

“Blues Pills e altre storie” (€ 14,00) è disponibile nelle principali librerie di tutta Italia, oppure ordinabile attraverso i canali online.

“Blues Pills e altre storie” si avvale della presentazione a cura di Aldo Pedron e della prefazione di Silvano Martini, due personalità ben note nel mondo della musica italiana.
 

INFO e ORDINI:
http://www.arcanaedizioni.com/prodotto/lorenz-zadro-antonio-boschi-blues-pills-storie/


* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

Esce una nuova biografia di Lucio Battisti edita da Arcana: “Emozioni Private” scritta da Amalia Mancini con un’esclusiva intervista a Mogol

*

In uscita il 28 marzo il libro che racconta gli aspetti privati di uno dei musicisti italiani più amati di sempre. La giornalista Amalia Mancini scava nella psicologia e nelle emozioni del “primo” Battisti, all’inizio della sua carriera, anche attraverso un’intervista esclusiva a Mogol con le memorie di una tra le amicizie più controverse della musica italiana.



“Emozioni private. Lucio Battisti, una biografia psicologica”
: è questo il titolo della nuova biografia su Lucio Battisti in uscita giovedì 28 marzo, scritta dalla giornalista e critico musicale Amalia Mancini ed edita da Arcana. A 20 anni dalla morte del celebre autore, avvenuta il 9 settembre 1998, questo nuovo volume si discosta dalle precedenti biografie indagando nei meandri più nascosti della vita e della psicologia del “primo” Battisti, rivelando l’intima essenza di un uomo molto diverso dal personaggio pubblico che tutti conoscono, ma così bene trasmessa dalla sua musica.

Reatina come Battisti, Amalia Mancini ha affrontato una lunga fase di ricerca nei luoghi e nel passato dell’artista, culminata con un’intervista esclusiva a Giulio Rapetti, in arte Mogol: l’autore dei testi che hanno contribuito a rendere immortali i brani di Battisti. Il loro è stato il sodalizio più celebre e controverso della canzone italiana: legati da una profonda amicizia, all’inizio degli anni ’80 i due artisti hanno deciso bruscamente di interrompere il loro rapporto, proseguendo su strade diverse.             
Nella lunga conversazione con Amalia Mancini, Mogol svela molti segreti dell’amicizia e della fertile collaborazione con Lucio, un artista tanto discreto nella vita pubblica quanto espressivo e sincero in quella musicale.    
Nel libro, i temi ricorrenti nelle canzoni di Battisti: l’amore, la malinconia, la libertà, la natura, l’ecologia, la paura, l’alienazione, la solitudine, il timore di una catastrofe naturale e umana.      
“Ascoltare significa qualcosa” diceva Lucio, e riascoltare la sua musica, con il punto di vista di questa nuova biografia, può essere un’operazione stimolante e coinvolgente. 
               
Sabato 30 marzo a Roma un evento speciale per festeggiare l’uscita del libro in collaborazione con Honda Moto Roma: dalle 12, presso la filiale Honda di via Tiburtina 1166/1168, il libro autografato dall’autrice andrà in omaggio a tutti coloro che effettueranno un Test Ride dei nuovi modelli Honda in presentazione. Dalle 12, la musica di Lucio Battisti sarà reinterpretata dalla cantante Jen V Blossom.  

Amalia Mancini è una giornalista, scrittrice, sceneggiatrice e critico musicale reatina. Collaboratrice di varie testate, ha iniziato giovanissima la sua carriera di scrittrice, aggiudicandosi diversi premi tra cui il Premio Capit Terzo Millennio e il Premio Viareggio Carnevale. E’ autrice di 20 Sillogi Poetiche inedite e dei volumi “Lucio Battisti l’enigma dell’esilio”, “L’amore piace a tutti”, “La Tata dei Divi”; è coautrice del volume “Giovani e Droga, Perché?” e curatrice del libro “Le mie Prime vere Scarpe”.


Ufficio Stampa MArtePress


* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

AMORE E RABBIA

Il racconto della mia vita
di
Massimo Priviero
Prefazione di
Matteo Strukul


IN LIBRERIA DAL 30 APRILE 2019
Disponibile anche in Ebook

Copertina di Manuele Scalia www.manuelescalia.com/
AMORE E RABBIA
Il racconto della mia vita

"E' un Priviero sorprendente, perfino fragile ma che personalmente trovo bellissimo"
Matteo Strukul


Amore e rabbia è la fotografia di un uomo felicemente fuori dagli schemi: non etichettabile, solitario, intimamente forte, saldo e, tuttavia, assai emotivo. Massimo Priviero – una vita fatta di vittorie e sconfitte, cadute e ripartenze – ha tenacemente seguito per trent’anni la sua vocazione in costante equilibrio tra musica e poesia. 

Tutto ciò è raccontato in questo libro, romanzo di un’esistenza, tra autocoscienza e autobiografia, dove l'amore per il rock d’autore si mescola, con sincerità e struggimento, a quello per il socialismo rosselliano. Dove Bob Dylan e Bruce Springsteen, amori giovanili, convivono armoniosamente con Mario Rigoni Stern e Roberto Baggio.

Elaborato durante un inverno in riva al mare Adriatico, dove il viaggio ha avuto inizio, si nutre degli echi delle nebbie dei navigli milanesi.

Se scrivere questo libro per Priviero è stata una scommessa, si può solo dire che l'ha vinta.

Amore e rabbia si completa con la prefazione di Matteo Strukul, che proprio dieci anni fa iniziava la sua brillante carriera letteraria pubblicando la biografia di Massimo. Un altro legame forte in questa storia di successi.


Massimo Priviero, una vita e trent’anni di carriera vissuti in felice equilibrio tra musica e poesia. 15 album pubblicati, in Italia e non solo, da San Valentino (1988) fino al recente All’Italia, alcuni dei quali entrati nelle classifiche dei dischi più venduti. Su di lui è stata scritta nel 2009 da Matteo Strukul una biografia, più volte ristampata: Nessuna resa mai (Meridiano Zero). Origini veneziane, di Jesolo in particolare, è milanese d’adozione. Un’esistenza scandita da album scritti, incisi e suonati in mille e più concerti a ogni latitudine e tanti premi all’attivo. Uomo sempre attento a difendere la propria libertà d’espressione, di interessi e di valori, Priviero vanta anche una laurea in storia contemporanea.

www.priviero.com   

Luca Trambusti
Ufficio Stampa Vololibero Edizioni


* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

BANANA REPUBLIC 1979
Dalla - De Gregori e il tour della svolta
di
Ferdinando Molteni
Inserto a colori con le foto della prima data realizzate da Roberto Villa
Copertina di Manuele Scalia www.manuelescalia.com/

IN LIBRERIA DAL 26 Marzo 2019
Disponibile anche in Ebook

BANANA REPUBLIC 1979
Dalla - De Gregori  e il tour della svolta

Questo libro contiene la storia vera di una piccola rivoluzione italiana chiamata Banana Republic. Un tour che cambierà per sempre la storia della musica dal vivo in Italia.

Francesco De Gregori aveva ricominciato a cantare da poco. La ferita del “processo” del Palalido del 1976 cominciava appena a rimarginarsi. Lucio Dalla era al massimo del successo e della fama. L'anno che verrà aveva stregato tutti e i suoi dischi erano i più venduti. All'inizio del 1979 i due decidono di intraprendere una tournée negli stadi. La progettano insieme a uno staff di produttori, tecnici e musicisti mai visto fino ad allora in Italia,

È un azzardo, dicono in molti. Ci sono gli “autoriduttori”, quelli che tirano le molotov sul palco, la violenza politica che, proprio nei concerti, trova una delle sue valvole di sfogo.

Ma loro vanno avanti. E cominciano, in una sera nuvolosa del giugno 1979, al campo sportivo di Savona.

Questo libro racconta la genesi e i retroscena di quel concerto e dello storico tour, attraverso i documenti dell'epoca e le parole dei protagonisti. Che non furono soltanto Dalla e De Gregori, ma anche Ron, che rilanciò una carriera musicale, e quelli che, qualche anno dopo, diventeranno gli Stadio.

Le storie nascoste, le curiosità, le canzoni, le liti e le amicizie, le miserie e la grandezza di un tour che fu visto da seicentomila persone, di un disco che scalò le classifiche e di un film che arrivò nelle sale cinematografiche per consolare chi, quei concerti, non li aveva visti.

Questo libro contiene la storia vera di una piccola rivoluzione italiana chiamata Banana Republic. Un tour che cambierà per sempre la storia della musica dal vivo in Italia.

Ferdinando Molteni è giornalista, saggista, docente e musicista che si occupa, da molti anni, di canzone d'autore italiana. Laureato all'Università di Genova, tiene regolarmente lectures e corsi presso istituzioni culturali e università negli Stati Uniti (New York University, Stony Brook University, Saint Joseph's University in Philadelphia, University of Illinois), in Argentina e Uruguay, in Francia e Italia. Tra i suoi libri recenti: Controsole. Fabrizio De André e Crêuza de mä (Arcana, Roma 2011) e L'ultimo giorno di Luigi Tenco (Giunti, Firenze 2015). Ha scritto anche per il teatro e la televisione.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *